06/05/2015

Circuito Nazionale J24: conclusa la terza tappa, il 32° TAN.


La Superba vince per il quarto anno consecutivo.

Livorno. Dopo il nulla di fatto del primo giorno e le sei prove portate a termine complessivamente nelle altre due giornate, per la Flotta J24 si è conclusa anche la terza tappa del Circuito Nazionale 2015: il 32° Trofeo Accademia Navale & Città di Livorno.
Questa volta Ita 216 La Superba e il suo equipaggio (il timoniere Ignazio Bonanno, il tailer Simone Scontrino, il due Nicolò Nizza -tutti provenienti dal Circolo Velico Marsala-, il prodiere ragusano Alfredo Branciforte e il centrale/tattico Francesco Picaro di Torre del Greco) hanno fatto poker: il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare, totalizzando esattamente gli stessi punti (8) dello scorso anno (-5-3,1,1,2,1 i parziali di giornata) si è, infatti, aggiudicato per il quarto anno consecutivo il Trofeo Accademia Navale & Città di Livorno disputato nelle acque labroniche da tredici equipaggi J24. “È stato un TAN caratterizzata da poco vento e non molti partecipanti ma, la presenza del Team Rotoman, ci ha permesso di effettuare dei validi test prima del Campionato Nazionale che si terrà a fine maggio a Cala Galera.” ha commentato il timoniere Bonanno “Fin dalla prima prova è stata subito battaglia tra Jamaica, Rotoman e noi de La Superba. Sono state regate molto tecniche e tattiche e siamo, ovviamente, molto soddisfatti di aver vinto anche questa edizione del Trofeo Accademia Navale.” L’argento è andato proprio a Ger 5420 Rotoman (BSC Amburgo), il J24 armato dal Presidente della Classe tedesca Jan-Marc Ulrich e timonato da Tobias Feurherdt in equipaggio con Lukas Feuerherdt, Tobias Peters e Wolfgang Panuschka (11 punti, 3,5,2,2,1,3 i parziali) mentre al terzo posto, ad un solo punto di distanza (12), ha chiuso il Presidente della Classe J24 Italiana, il carrarino Pietro Diamanti, armatore e timoniere di ITA 212 Jamaica (CN Marina di Carrara) protagonista delle prime due regate del sabato (1,1,-7-,5,3,2 i parziali). In equipaggio con Diamanti il tattico Gianluca Caridi, il prodiere Fabrizio Ginesi e i tailer Paolo Governato e Giuseppe Garofalo.
Ad un passo dal podio Ita 470 Djke Fiamme Azzurre, il J24 del Gruppo Sportivo della Polizia Penitenziaria (Fabio Delicati al timone, Marco Vincenti alla tattica, Giuseppe Incatasciato tailer, il drizzista Francesco Maglioccola e il prodiere Roberto Comodi Ballant, 20 punti, 2,6,4-8-4,4) seguito da Ita 202 Tally Ho armato da Roberta Banfo e timonato da Luca Macchiarini in equipaggio con Antonio Criscuolo, Carlo Caleo, Massimo Vatteroni, Vincenzo De Meo (22 punti; 4,2,3,7,-9-6) e da Ita 371 Joc dell’armatore-timoniere triestino Fabio Apollonio (Soc.Triestina della Vela, 25 punti; 6,-8-,5,3,6,5) in equipaggio con Adriana Rosa, Sergio Franzonia, Lorenzo Marini e Roberto De Palo.
Settima posizione per Ita 481 Coccoè di Riccardo Pacini (CN Marina di Carrara) che ha anticipato Ita 402 Kermesse armato da Marco Maccaferri e timonato da Roberto Valzania con Elena Giunti, Chiara Marzocchi e Davide Alessandretti (CN Cervia Amici della Vela), Ita 16 Euterpe, il J24 della Sez. Velica della MM di Spezia affidato a Marco Vetrugno e Ita 474 #WeAreInPuglia il J24 del Puglia Sailing Team, (www.pugliasailingteam.it Alessandra Panunzio, Marianna Galantucci, Elena Guidi, Leonardo Cappelluti) affidato al finnista nazionale Marc Arata che con l'egida della Regione Puglia ed in cerca di altri sponsor, ha come obiettivo di prendere parte alle principali tappe nazionali del circuito J24 ed al mondiale in Germania facendo conoscere le potenzialità di una Regione splendida come la Puglia. Da segnalare anche la presenza dei ragazzi di Ita 46 Banda Bassotti (A.I.P.D., Associazione Italiana Persone Down) con skipper Giorgio Friso, del Comitato II zona.
L’attenzione di tutta la Flotta J24 è ora rivolta al 35° Campionato Nazionale Open che si svolgerà dal 30 maggio al 2 giugno sotto l’attenta regia del Circolo Nautico e della Vela Argentario (che aveva già ospitato l’evento nell ’88, nel 2000 e nel ’06) in collaborazione con l’Associazione di Classe J24 ed il Comune di Monte Argentario. Sono attesi oltre 50 equipaggi da tutta Italia (oltre a quelli provenienti dalla Germania, dall’Ungheria e dagli Stati Uniti) e circa 300 persone che affolleranno le banchine del Marina di Cala Galera. “Con particolare orgoglio il Circolo ospiterà questa edizione dell’Italiano con l’obiettivo di far godere tutti i regatanti dell’ospitalità fuori stagione dell’Argentario e ovviamente della bellezza del campo di regata antistante il tombolo della Feniglia che in primavera garantisce condizioni meteo ideali per regate regolari, sia con molto vento che con arie deboli” ha dichiarato Massimo Mariotti, Capo Flotta J24 dell’Argentario e Consigliere delegato allo Sport del CNVA.





Documenti correlati (1)

 Classifica definitiva 32° Tan di Livorno - J24

Immagini correlate (2)


Letto 5 Volte dal 06/05/2015



POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE....

  • 06/02/2014
    Conclusa la prima tappa del Circuito Nazionale J24
    • Monaco. Si è conclusa con un sesto posto assoluto di Ita 212 Jamaica (CNMC, 51 punti; 9,7,3,11,6,9,7,10 i parziali) e un tredicesimo (ma con un primo nella regata d’apertura) di Ita 481 Coccoè (CNMC, 84 punti; 1,ocs,9,9,10,11,dnf,dnf), la trasferta dei due J24 italiani scesi nelle acque di Montecarlo per disputare la XXX Primo Cup-Trophée Credit Suisse, prestigioso appuntamento perfettamente organizzato dallo Yacht Club Montecarlo (www.ycm.org) sotto la presidenza di SAS il Principe Alberto II e valido come prima tappa del Circuito Nazionale 2014 della Classe Italiana J24 articolato su sette manches.
      A bordo di Jamaica sono stati impegnati il Capo Flotta carrarino Pietro Diamanti (armatore e timoniere), Fabrizio Ginesi, Giuseppe Garofalo, Enrico Alfarano e Nicola Bocci mentre su Coccoé l’equipaggio era composto dall’armatore Riccardo Pacini, Giuseppe Diamanti, Corrado Santilli e Roberto Canali, tutti portacolori del Club Nautico Marina di Carrara. “Sono stati tre giorni intensi di regata durante i quali abbiamo corso otto prove confrontandoci con avversari di altissimo livello.” ha spiegato il carrarino Pietro Diamanti “In mare avevamo il primo, il secondo e il quarto classificato agli Europei 2013 che si sono tenuti in queste stesse acque in ottobre.” “Per noi di Coccoè la Primo Cup era iniziata nel migliore dei modi con un primo” ha aggiunto Riccardo Pacini “Purtroppo si è poi conclusa nell'ultima giornata con la rottura del Genoa nella prima bolina della penultima regata e il conseguente nostro ritiro.”
      Condizioni variabili hanno caratterizzato le otto prove disputate nei tre giorni della kermesse monegasca che, come da tradizione, ha segnato l’apertura ufficiale della stagione agonistica di molte Classi fra le quali quella dei J24 che ancora una volta si sono confermati il Monotipo più numeroso in acqua: ben ventuno equipaggi in rappresentanza di otto Nazioni (Germania, Grecia, Inghilterra, Italia, Olanda, Principato di Monaco, Stati Uniti e Svezia) e un podio internazionale hanno, infatti, confermato e rispecchiato l’importanza, la popolarità e la diffusione della Flotta J24.
      La vittoria finale è andata a Gre 5239 Evniki con il quattro volte campione europeo J24 Dimitrios Altisiadis: l’equipaggio greco si è imposto grazie ai parziali molto regolari e alla vittoria nella quinta regata (18 punti, 4,3,6,31,2,3,2). Al secondo posto, dopo un duello molto combattuto e ben tre vittorie di giornata, il team inglese di GBR 5219 Il Riccio con Jan Southworth (20 punti, 6,1,1,1,7,4,2,5 i parziali) che ha preceduto l’equipaggio di casa Mon 55 St Andrews Securities (con Ian Ilsley e François Brenac) che nella prima giornata ha dovuto risolvere alcuni problemi tecnici fra i quali la rottura del tangone. Da segnalare anche la presenza delle due squadre della Manhattan Yacht Club con il loro Commodore Michael Fortenbaugh che ha regatato con Mathieu e Nicolas Bouchet, due giovani della Divisione Sport dello YCM che solitamente corrono su 470s e Laser.
      La Giuria in questo primo fine settimana ha impegnato Patrice Clerc, Marco Scimarosti, Helmut Czani (Eurosaf), Neven Baran e Philippe Gomez. Nel corso della premiazione, ai primi tre classificati di ogni Classe sono stati consegnati il Trophée Credit Suisse e alcuni capi della gamma SLAM Advanced Technology Sportswear. Molto graditi da tutti i partecipanti e dai loro accompagnatori anche gli eventi collaterali, il sorteggio fra tutti i concorrenti presenti alla cerimonia conclusiva dei lingotti d'oro e la presenza dell'attore Ezio Greggio, circondato dai membri del comitato direttivo dello Yacht Club.


  • 04/11/2013
    Con l' Interlaghi concluso il Circuito Nazionale Trofeo J24
    • Lecco. E’ stato Ita 371 Joc armato e timonato da Fabio Apollonio (Società Triestina Vela Trieste) in equipaggio con Lorenzo Marini, Fausto Benussi, Roberto De Palo e Francesca Focardi ad aggiudicarsi nella Classe J24 la 39° edizione del Campionato Invernale Interlaghi di vela-Trofeo Credito Valtellinese, ben organizzato dalla Società Canottieri Lecco 1895 e valido come tappa conclusiva del Circuito Nazionale 2013 – Trofeo J24 e come prova del Campionato J24 del Lario.

      Sul podio anche Ita 243 Dejavu di Ruggero Spreafico (Circolo Vela Tivano Valmadrera Lecco, 1/5/4/2) e Ita 381 JJ Extralarge di Francesco Bertone (Circolo Vela Bellano, 7/3/1/8), rispettivamente secondo e terzo classificato.
      Alla cerimonia di premiazione erano presenti l’assessore regionale Antonio Rossi, il Sindaco di Lecco Virginio Brivio, il consigliere provinciale Ferdinando Ceresa, il questore di Lecco Alberto Francini, il comandante dei carabinieri colonnello Rocco Italiano, il prevosto mons. Franco Cecchin e il presidente della Canottieri Lecco Marco Cariboni.
      Quattro le prove dispuatate dai diciotto equipaggi J24, confermatasi ancora una volta la Classe più numerosa (74 gli iscritti alla manifestazione, suddivisi in sei classi) scesi in acqua nel Golfo di Lecco.

      Dopo il nulla di fatto della giornata d’apertura causato dalla completa assenza del vento, il tradizionale appuntamento lecchese di fine stagione ha preso regolarmente il via con le prime tre prove disputate sabato con vento da Nord (Tivano) non impetuoso ma costante (attorno ai 5/6 nodi). Le singole vittorie sono andate nell’ordine a Dejavu (1/5/4), Joc (2/1/2) e a JJ Extralarge (7/3/1).

      Nella giornata conclusiva, invece, è stato possibile disputare una sola prova con vento da Sud (Breva) vinta da Ita 489 Valhalla armata da Fabio De Rossi.

      La stagione 2013 della Classe J24 è affiancata dal prestigioso marchio automobilistico Land Rover che, da sempre espressione del “ben vivere il tempo libero" con eleganza e stile, si è legato alle attività del monotipo più diffuso a livello mondiale e alla ClasseJ24 Italiana, entrando nel fantastico mondo di vela e di libertà. Una grande soddisfazione per tutti gli appassionati di questa attiva Classe che vedono premiato l’impegno e la serietà di una Associazione in costante crescita. J24 è un Monotipo con una vasta distribuzione in tutto il mondo: in Italia è la flotta più numerosa fra i Monotipi grazie anche ai suoi contenuti costi di acquisto e di gestione. A breve la Segreteria di Classe renderà nota la classifica finale del Circuito Nazionale 2013 – Trofeo J24 che premierà il miglior timoniere armatore e il miglior timoniere non armatore della stagione.


  • 23/09/2013
    Coppa Italia J24 - Vince Kimbe al secondo posto Botta a Dritta
    • Marina di Carrara: La terza ed ultima giornata della Coppa Italia-Trofeo N. Menchelli, manifestazione ben organizzata dal Club Nautico Marina di Carrara in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J24, sotto l’egida della Federazione Italiana Vela e valida come quinta tappa del Circuito Nazionale 2013 Trofeo J24, si è rivelata decisiva per la vittoria finale. Dopo avere dominato nei primi due giorni, infatti, Ita 460 Botta Dritta, armata dal Presidente della Classe Italiana Mariolino di Fraia (27 punti, e 1, 4,8,2,-10-,3,8,1 i parziali) ha dovuto arrendersi ad un altro J24 della agguerritissima Flotta Sarda, Ita 505 Kimbe armato dal portacolori del Wvc Portoscuso Alberto Gai (26 punti, -13-1,4,1,11,6,1,2 i parziali) protagonista di ben tre vittorie delle otto regate portate a termine complessivamente.

      Per il maddalenino Di Fraia (LNI Maddalena), vincitore delle prove di apertura e chiusura, un secondo posto assoluto davanti all’ottimo e giovanissimo timoniere Lorenzo Carloia (Cv Castiglionese) impegnato alla barra di Ita 451 Ottobre Rosso armato da Nicola Giovannini (33 punti, 6-9-,2,4,4,5,9,3). Podio sfiorato per Ita 470 Djike Fiamme Azzurre, il J24 della Polizia Penitenziaria timonato come sempre da Fabio Delicati (38 punti 11,8,1,5,1-12-,2,10 i parziali), autore di una doppietta di vittorie di giornata.

      La sesta regata, invece, è stata vinta dal carrarino Pietro Diamanti (Capo Flotta del Golfo dei Poeti) con la sua Ita 212 Jamaica (45 punti 4,7,7,12,9,1,5-14-), settimo assoluto dietro a Fabio Apollonio, quinto con Ita 371 Joc (Stvela 39 punti, 7-10-10,7,2,2,4,7) e al compagno di circolo (CNMC) Riccardo Pacini, sesto con Ita 481 Coccoè (40 punti, 3,3,9,10,3-15-,6,6). Molto buona e di livello la partecipazione a questa quinta tappa: sono stati ben venti i J24 scesi in acqua in rappresentanza delle varie Flotte della Penisola.











TAG: , , , Superba, vince, quarto, consecutivo, Livorno, giorno, portate, termine, complessivamente, giornate, Flotta, conclusa, Circuito, Nazionale, Trofeo, Accademia, Navale, Livorno,