15/11/2016

Trofeo J24 italia 2016 - Vigne Surrau vince la Coppa Italia J24, sesta ed ultima tappa


Una ventina di J24 sono scesi nelle splendide acque di Porto Rotondo, nel Golfo di Congianus. Per disputare un grande week end di Vela organizzato dallo Yacht Club Porto Rotondo in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J24.Lle sei prove portate a termine, infatti, erano valide per la Coppa Italia J24 (sesta ed ultima tappa del Circuito Nazionale J24 - Trofeo Francesco Ciccolo 2016), per il Campionato Zonale sardo e anche come terza tappa del Circuito III Zona (solo sabato).

“Il Comitato di Regata (presieduto dal neo Consigliere Nazionale e presidente della III Zona Fiv Pietro Secondo Sanna, coadiuvato da Sandro Ricetto e Karin Paternost) ha dovuto faticare parecchio contro l’estrema incostanza del vento che per tutti e due i giorni ha soffiato con intensità e direzione estremamente variabili.- ha spiegato il neo eletto capo flotta J24 della Sardegna Marco Frulio -I continui salti di vento hanno fatto faticare non poco i tattici a bordo e la riprova è stata l’estrema incostanza dei risultati di quasi tutti gli equipaggi. Unica eccezione il nuovo campione zonale Aurelio Bini che, al timone del J24 gallurese Ita 405 Vigne Surrau, ha conquistato il titolo e vinto la tappa di Coppa Italia. L’imbarcazione del Circolo Nautico Arzachena ha difatti dimostrato una disarmante costanza (10 punti; 1-1-2-2-4-DNF) che gli ha permesso di vincere con una prova di anticipo. Con questa prestazione mette una seria ipoteca anche sulla terza tappa del circuito zonale e sulla classifica del circuito 2016 visto che entrambe le graduatorie lo vedono saldamente in testa. Secondo classificato Mariolino di Fraia che, al timone del suo Ita 460 Botta Dritta, ha portato a casa un ottimo risultato condito anche da due secondi posti di giornata (LNI Maddalena 20 punti; 7,2,6,ocs,2,3). Sul gradino più basso del podio Antonello Ciabatti che, al timone di Ita 420 Libissonys, ha battagliato in tutte le prove portando a casa anche una vittoria nella quarta prova (WC Cagliari 27 punti; 9,12,3,1,7,7).”

Podio sfiorato, alle spalle dei primi tre classificati, per due imbarcazioni a pari punti (29): Ita 212 Jamaica del presidente nazionale della classe J24 il carrarino Pietro Diamanti (in equipaggio con il fratello Giuseppe, Paolo Governato, Fabrizio Ginesi e Nicola Pitanti, CN Marina di Carrara, 5,7,8,7,6,4) e Ita 443 Aria della LNI Olbia con al timone Marco Frulio (15,3,4,8,9,5). “Da segnalare anche le vittorie di prova di Ita 318 Nord Est timonata da Salvatore Orecchioni, Ita 241 Libarium di Roberto Dessì (timonata da Davide Schintu) e Ita 497 Boomerang di Angelo Usai.” ha proseguito Frulio che ha rinnovato l’appuntamento a sabato 26 e domenica 27 novembre per la conclusione della terza tappa del circuito J24 sardo. “Sono state due giornate impegnative ma di grande soddisfazione per tutti- ha aggiunto il Consigliere Nazionale Pietro Sanna -ad un campo già difficile da interpretare per i salti di vento, si è aggiunto l’avviso di una perturbazione in arrivo. Ma alla fine è andato tutto bene e il bilancio è sicuramente positivo.”

Con le regate di Porto Rotondo, dopo quelle disputate a Nettuno, Livorno, Carrara (Campionato Nazionale), Brenzone e Cervia, l’agguerrita Flotta del monotipo più popolare al mondo progettato da Rod Johnstone ha così concluso anche l’edizione 2016 del Circuito Nazionale J24 - Trofeo Francesco Ciccolo che anche quest’anno decreterà il miglior Timoniere-Armatore e il vincitore del Trofeo Challenge perpetuo (assegnato al primo classificato del Trofeo Nazionale senza considerare gli scarti) istituito in ricordo dell’indimenticabile Presidente della Classe J24 prematuramente scomparso. La premiazione si svolgerà come tradizione in occasione del Campionato Nazionale 2017, previsto dal 25 al 28 maggio a La Maddalena.


Documenti correlati (1)

 Risultati Ultima Tappa Trofeo J24 Italia Porto Rotondo 2016

Immagini correlate (3)


Letto 7 Volte dal 15/11/2016



POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE....

  • 17/10/2016
    Nazionale J24: Kismet vince la tappa cervese
    • Cervia - La quinta e penultima tappa del Circuito Nazionale 2016 - Trofeo J24, svoltasi nelle ospitali acque di Cervia e perfettamente organizzata dal Circolo Nautico Amici della Vela (www.circolonauticocervia.it) si è conclusa con la vittoria di una delle imbarcazioni di casa, Ita 424 Kismet di Francesca Focardi, protagonista di due delle cinque prove portate a termine nel week end appena concluso (9 punti; 7,1,2,1,5 i parziali).
      Nella sua scia, al secondo posto, Ita 371 J-Oc del Capo Flotta del Garda Fabio Apollonio (Soc. Triestina della Vela, 10 punti; 2,2,1,5,6) e al terzo Ita 400 Capitan Nemo del Capo Flotta della Romagna Guido Guadagni e Domenico Brighi (Circolo Nautico Ravennate, 14 punti; 6,10,4,2,2).
      Seguono ex aequo (15 punti) Ita 473 Magica Fata armata da Viscardo Brusori e Massimo Frigerio (CN Cervia Amici della Vela, 3,6,5,10,1) e Ita 212 Jamaica armato e timonato dal Presidente della Classe Italiana J24, Pietro Diamanti (5,4,3,7,3).
      Per Ita 402 Kermesse di Marco Maccaferri, vincitore della regata d’apertura, ha, invece, chiuso all’ottavo posto assoluto (26 punti; 1,8,9,8,10).
      Cinque le prove disputate complessivamente nell’arco dei due giorni: due sabato (con mare abbastanza mosso) e tre domenica, con una bella giornata di sole ma vento debole.
      Molto gradita e apprezzata, come sempre, l’ospitalità del Circolo organizzatore ed in modo particolare la cena a buffet del sabato sera e il pasta party della domenica.
      Conclusa la tradizionale trasferta a Cervia, il Circuito Nazionale 2016 si concluderà in Sardegna dove sabato 12 e domenica 13 novembre è prevista la Coppa Italia organizzata dallo Yacht Club Porto Rotondo (www.ycpr.it).


  • 13/06/2016
    Il Trofeo challenge Roberto Varinelli è firmato da Dejavù
    • Dervio/Pianello. E’ il Capo Flotta J24 del Lario Ruggero Spreafico, armatore e timoniere di Ita 476 Dejavù a firmare una nuova tappa, la terza, del Campionato estivo e dello Zonale della Flotta J24 del Lario e che quest’anno sarà articolato su sei prove, in programma da aprile ad ottobre.
      Dopo le prime due manches (vinte rispettivamente da Spreafico protagonista della XV coppa Città di Valmadrera VI Trofeo Lario Mi Auto a Valmadrera, e dal neo campione tricolore Marco Stefanoni che con il suo Ita 503 Kong Grifone si è imposto all’AVAL di Gravedona), la decina di equipaggi impegnati in questo Circuito ha disputato cinque regate valide per il 14° Trofeo challenger memorial Roberto Varinelli organizzato da Orza Minore.
      Le singole vittorie sono andate nell’ordine a Spreafico con Ita 476 Dejavù (protagonista della prima, terza, quarta e quinta prova) e a Stefanoni che con il suo Ita 503 Kong Grifone ha chiuso al secondo posto della classifica di tappa (8 punti; 3,1,3,2,2) davanti a Sergio Agostoni con Ita 469 Bruschetta (11 punti; 2,2,2,5,dnf). “La giornata di sabato è stata caratterizzata da una leggera breva poi tramutatasi in un altrettanto debole vento da nord che hanno comunque permesso ad un abile e deciso comitato di regata di portare a termine due belle prove nelle acque antistanti la località di Pianello.- ha spiegato Spreafico -La giornata di domenica invece, in località Dervio, grazie anche ad una bella giornata di sole, ha visto svolgersi tre prove con una breva sempre in aumento, fino a superare i 20 nodi.”
      Il Campionato Estivo 2016 della Flotta J24 del Lario proseguirà con la quarta manche organizzata sabato 25 e domenica 26 giugno dalla Società Canottieri Lecco. La Flotta J24 del Lario si sposterà, poi, dal 17 al 18 settembre alla Canottieri Domaso e successivamente alla Lega Navale Italiana Mandello dove il 15 e 16 ottobre si disputerà la sesta e ultima tappa. Il tradizionale Campionato Invernale Interlaghi, giunto alla sua XXXXII edizione e perfettamente organizzato dalla Società Canottieri Lecco dal 29 ottobre al 1° novembre, chiuderà, invece, la stagione 2016 della Flotta J24 del Lario.


  • 29/05/2016
    Kong Grifone è Campione Italiano J24 2016
    • Marina di Carrara. La Classe J24 ha un nuovo campione tricolore: è Ita 503 Kong Grifone armato da Marco Stefanoni (LNI Mandello), timonato dal giovane Francesco Bertone (C.V.La Scuffia) in equipaggio con Michele Benvenuti, Mauro Benfatto e Davide Davi (35 punti; 9,9,5,3,3,16,3,3).
      “Nella prima giornata siamo partiti con qualche difficoltà, ma poi, dopo una buona messa a punto siamo riusciti a raggiungere la giusta velocità e abbiamo continuato a mantenere il controllo del Campionato. - ha commentato visibilmente soddisfatto l’armatore Stefanoni -Le condizioni meteo trovate sono state abbastanza difficili, soprattutto nei primi due giorni quando abbiamo disputato regate piuttosto corte. Ma il nostro timoniere è molto abile anche nella tattica e ha saputo destreggiarsi molto bene.”
      “Siamo molto contenti, non solo per il risultato ma anche perché ci siamo divertiti.” ha aggiunto il timoniere Bertone che ha voluto dedicare il titolo tricolore al padre recentemente scomparso. Kong Grifone ha chiuso il 36° Campionato Nazionale Open J24 al terzo posto assoluto: la vittoria nella classifica Open è infatti andata al simpaticissimo equipaggio tedesco di Ger 5420 Rotoman armato dal Presidente della Classe J24 tedesca Jan-Marc Ulrich e timonato da Tobias Feuerherdt (13 punti; 2,3,1,12,1,4,1,1) che nel corso della premiazione ha voluto elogiare la Classe J24 e il Comitato Organizzatore, dicendo di essersi trovato molto bene e di voler tornare presto a regatare in Italia con questo versatile Monotipo. In seconda posizione assoluta, invece, ha chiuso l’equipaggio americano di Usa 5399 Furio (27 punti; 13,2,7,1,2,1,95) con il fuoriclasse Keith Whittemore.
      In quarta posizione Ita 447 Pelle Nera armato da Paolo Cecamore (YC Nettuno) ma timonato dal campione del mondo della classe Soling, l'ungherese Farkas Litkey (e perciò non in gara per il titolo tricolore). A pari punteggio (e argento per la classifica Nazionale) Ita 200 Take it Easy armato e timonato dalla giovane Eugenia De Giacomo (CCRuggero di Lauria) con un equipaggio tutto formato da giovanissimi: Nicola Pitanti, Marco Bruna, Matilde Pitanti e Lorenzo Cusimano (47 punti; 8,6,8,7,15,7,5,6). Terzi nella classifica per il titolo tricolore i campioni uscenti di Ita 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno (in equipaggio questa volta con Francesco Picaro, Alfredo Branciforte, Vincenzo Vano e Giuseppe Incatasciato della Polizia Penitenziaria che ha sostituito all’ultimo Simone Scontrino ancora in convalescenza).
      Seguono Ita 501 Avoltore (53 punti), Ita 212 Jamaica armato e timonato dal presidente della Classe italiana Pietro Diamanti (CNMC 61 punti), Ita 215 Mollicona (62 punti) e il J24 gallurese Ita 405 Vigne Surrau con Nicola Campus alla barra (CN Arzachena, 69 punti).
      “Siamo un equipaggio di amici: ci siamo divertiti tantissimo e questo era il nostro obiettivo principale”- ha commentato entusiasta Eugenia De Giacomo -“Siamo stati bravi a mantenere una costanza di risultati per tutto il campionato e questo ci ha permesso di chiudere con questo brillante risultato.”
      Dopo tre belle giornate di sole, le avverse condizioni meteo marine e la forte pioggia della giornata conclusiva ha impedito ai trentasei equipaggi (trentatré in rappresentanza delle varie Flotte italiane, due tedeschi e un americano) di scendere nelle acque di Marina do Carrara per completare il programma delle regate: il Campionato si è così concluso lasciando invariata la classifica stilata dopo otto prove (e uno scarto). “Nonostante le previsioni siamo riusciti a completare otto belle prove, nei primi giorni con una bella termica. - ha spiegato Franco Minotti per il terzo anno consecutivo presidente del Comitato di Regata al campionato Nazionale J24 -E’ stato sicuramente un campo di regata impegnativo per la corrente e per i salti di vento che il CdR ha gestito con diversi cambi di percorso. I primi due giorni abbiamo scelto di fare regate piuttosto corte per colpa del vento ma nella terza giornata abbiamo ritenuto opportuno allungare un po' le prove. Desidero rivolgere a nome di tutto il Comitato un ringraziamento all’organizzazione del C.N. Marina di Carrara e ai posa boe che hanno eseguito in maniera impeccabile le nostre disposizioni. Una manifestazione riuscita perfettamente, come ho sentito dire anche da tutti i partecipanti.” L’ottimo livello dei team presenti ha reso molto combattuto e avvincente questo Campionato ben organizzato dal Club Nautico Marina di Carrara in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J24, sotto l’egida della Federazione Italiana Vela, dimostrando ancora una volta la perfetta forma di un monotipo ever green che riscontra molto successo non solo tra i “veterani” della Classe ma anche fra i velisti più giovani. Nel corso delle premiazioni sono stati premiati anche i vincitori delle otto prove di giornata: Ita 501 Avoltore armato dal Capo Flotta J24 dell’Argentario Massimo Mariotti (CNV Argentario) e timonato da Francesco Cruciani (protagonisti della regata d’apertura, settimi assoluti a 53 punti), Ita 215 Mollicona armato da Massimiliano Biagini e timonato da Giacomo del Nero (CNMC, vincitori della seconda prova e noni assoluti a 62 punti), Ger 5420 Rotoman (3°, 4°, 7° e 8° prova) e Usa 5399 Furio (4° e 6° prova). Complimenti per l’ottima riuscita della manifestazione e per il lavoro svolto sono stati rivolti da tutti i concorrenti al Comitato Organizzatore del C.N.Marina di Carrara, al Comitato delle Proteste (presieduto da Luigi Cuccotti con Sandro Gherarducci e Marco Cerri), al Comitato di Regata (presieduto da Franco Minotti con Stefano De Vito, Luigi D’Amico, Luigia Massolini, Luigi Porchera e Massimo Lunardini) agli stazzatori Manuela Donati e Paolo Luciani (ringraziati per il minuzioso lavoro svolto con un particolare e caloroso applauso), a tutti i posa boe e al personale di segreteria.
      “Su otto prove il Comitato ha ricevuto solo sei proteste segno che i J24 sono diventati una Classe piuttosto corretta- ha spiegato Luigi Cuccotti -Il basso grado di litigiosità è dovuto anche all’utilizzo delle penalità alternative che anziché il giro usuale, nell’esporre la bandiera gialla comporta la penalità di una percentuale in base al numero degli iscritti.”


  • 06/02/2014
    Conclusa la prima tappa del Circuito Nazionale J24
    • Monaco. Si è conclusa con un sesto posto assoluto di Ita 212 Jamaica (CNMC, 51 punti; 9,7,3,11,6,9,7,10 i parziali) e un tredicesimo (ma con un primo nella regata d’apertura) di Ita 481 Coccoè (CNMC, 84 punti; 1,ocs,9,9,10,11,dnf,dnf), la trasferta dei due J24 italiani scesi nelle acque di Montecarlo per disputare la XXX Primo Cup-Trophée Credit Suisse, prestigioso appuntamento perfettamente organizzato dallo Yacht Club Montecarlo (www.ycm.org) sotto la presidenza di SAS il Principe Alberto II e valido come prima tappa del Circuito Nazionale 2014 della Classe Italiana J24 articolato su sette manches.
      A bordo di Jamaica sono stati impegnati il Capo Flotta carrarino Pietro Diamanti (armatore e timoniere), Fabrizio Ginesi, Giuseppe Garofalo, Enrico Alfarano e Nicola Bocci mentre su Coccoé l’equipaggio era composto dall’armatore Riccardo Pacini, Giuseppe Diamanti, Corrado Santilli e Roberto Canali, tutti portacolori del Club Nautico Marina di Carrara. “Sono stati tre giorni intensi di regata durante i quali abbiamo corso otto prove confrontandoci con avversari di altissimo livello.” ha spiegato il carrarino Pietro Diamanti “In mare avevamo il primo, il secondo e il quarto classificato agli Europei 2013 che si sono tenuti in queste stesse acque in ottobre.” “Per noi di Coccoè la Primo Cup era iniziata nel migliore dei modi con un primo” ha aggiunto Riccardo Pacini “Purtroppo si è poi conclusa nell'ultima giornata con la rottura del Genoa nella prima bolina della penultima regata e il conseguente nostro ritiro.”
      Condizioni variabili hanno caratterizzato le otto prove disputate nei tre giorni della kermesse monegasca che, come da tradizione, ha segnato l’apertura ufficiale della stagione agonistica di molte Classi fra le quali quella dei J24 che ancora una volta si sono confermati il Monotipo più numeroso in acqua: ben ventuno equipaggi in rappresentanza di otto Nazioni (Germania, Grecia, Inghilterra, Italia, Olanda, Principato di Monaco, Stati Uniti e Svezia) e un podio internazionale hanno, infatti, confermato e rispecchiato l’importanza, la popolarità e la diffusione della Flotta J24.
      La vittoria finale è andata a Gre 5239 Evniki con il quattro volte campione europeo J24 Dimitrios Altisiadis: l’equipaggio greco si è imposto grazie ai parziali molto regolari e alla vittoria nella quinta regata (18 punti, 4,3,6,31,2,3,2). Al secondo posto, dopo un duello molto combattuto e ben tre vittorie di giornata, il team inglese di GBR 5219 Il Riccio con Jan Southworth (20 punti, 6,1,1,1,7,4,2,5 i parziali) che ha preceduto l’equipaggio di casa Mon 55 St Andrews Securities (con Ian Ilsley e François Brenac) che nella prima giornata ha dovuto risolvere alcuni problemi tecnici fra i quali la rottura del tangone. Da segnalare anche la presenza delle due squadre della Manhattan Yacht Club con il loro Commodore Michael Fortenbaugh che ha regatato con Mathieu e Nicolas Bouchet, due giovani della Divisione Sport dello YCM che solitamente corrono su 470s e Laser.
      La Giuria in questo primo fine settimana ha impegnato Patrice Clerc, Marco Scimarosti, Helmut Czani (Eurosaf), Neven Baran e Philippe Gomez. Nel corso della premiazione, ai primi tre classificati di ogni Classe sono stati consegnati il Trophée Credit Suisse e alcuni capi della gamma SLAM Advanced Technology Sportswear. Molto graditi da tutti i partecipanti e dai loro accompagnatori anche gli eventi collaterali, il sorteggio fra tutti i concorrenti presenti alla cerimonia conclusiva dei lingotti d'oro e la presenza dell'attore Ezio Greggio, circondato dai membri del comitato direttivo dello Yacht Club.


  • 07/09/2013
    Campionato Europeo J24 2013
    • Montecarlo – Principato di Monaco. Quella che sta per iniziare nelle splendide acque monegasche di Montecarlo sarà una settimana di grande spettacolo e regate: una settantina di equipaggi provenienti da tutto il mondo stanno per disputare il Campionato Europeo Open J24 che, grazie alla perfetta organizzazione e ospitalità dello Yacht Club de Monaco, vedrà protagonista la più grande flotta d'Europa riunita a partire dagli anni '90 (data nella quale si svolse la prima edizione nel Principato).

      I colori azzurri saranno difesi da ben ventire equipaggi: fra loro Ita 460 Botta Dritta del Presidente della Classe Italana Mariolino di Fraia (LNI La Maddalena), Ita 416 La Superba (con l’equipaggio del Centro Velico di Napoli della Marina Militare, campione europeo J24 in carica, formato da Ignazio Bonanno, Simone Scontrino, Francesco Linares,Alfredo Branciforte e Massimo Gherarducci), Ita 429 Ambra (Sport Velico Marina Militare), Ita 489 Valahalla (Circolo Vela Brenzone), Ita 503 Kong Easynet Grifone (LNI), Ita 382 Dangerous (Circolo Velico Ravennate), Ita 212 Jamaica del Capo Flotta del Golfo dei Poeti Pietro Diamanti (CNM Carrara), Ita 207 Don J del Consigliere Marco D’Aloisio (CV Roma), Ita 476 Dejavu (CV Tivano), Ita 400 Capitan Nemo del Vice Presidente della Classe Italiana e Capo Flotta dela Romagna Guido Guadagni (CV Ravennate), Ita 505 Kimbe di Alberto Gai (Windsurfing Vela Club), Ita 371 Joc con Fabio Apollonio (S.Triestina Della Vela), Ita 451 Ottobre Rosso armato da Nicola Giovannini e timonato da Lorenzo Carloia (Club Velico Castiglionese), Ita 470 Djike Fiamme Azzurre, il J24 della Polizia Penitenziaria affidato a Fabio Delicati, Ita 485 Belfagor del Capo Flotta del Lario Giuseppe Perego (CV Tivano), Ita 262 Giuseppe Verdi di Angelo Crepoli (CNM Carrara), Ita 318 Nord Est Costruzioni (CN Arzachena), Ita 405 Vigne Surrau (CN Arzachena), Ita 487 American Passage del Capo Flotta di Roma Paolo Rinaldi (LN Anzio), Ita 481 Coccoè di Riccardo Pacini (CNM Carrara), Ita 202 Tally Ho di Alfredo Manfredini (CNM Carrara), e Ita 497 Boomerang (CN Olbia).

      Fra i gli avversari più temuti il brasiliano tre volte campione del mondo Mauricio Santa Cruz con la sua Bruschetta (argento al Mondiale 2013), l'inglese Ian Southworth (Il Riccio), Mike Ingham (USA 5443), l’australiano David Leslie e il tedesco Frithjof Schade. In occasione del campionato Europeo Open J24 saranno, inoltre, presenti la Presidente della NJCA svedese Marianne Schoke e Stuart Jardine (27 titoli nazionali e internazionali).

      Il Comitato di Regata sarà presieduto dall'inglese John Coveney e la giuria internazionale dal tedesco Willii Gohl. Dopo le regate di prova, il perfezionamento delle iscrizioni e il breafing (ore 18) di lunedì, l’Europeo 2013 entrà nel vivo con le attesissime regate (da martedì 8 a venerdì 11) al termine delle quali (ore 20, venerdì 11) si svolgerà il Galà del Campionato e la Cerimonia di premiazione.

      Per ulteriori informazioni: www.ycm.org o www.j24ycm.org

      Per quanto riguarda, invece, il Circuito Nazionale 2013 e il Trofeo J24, i prossimi appuntamenti sono previsti dal 19 al 20 ottobre con la tradizionale tappa organizzata dal Circolo Nautico Cervia e dal 1° al 4 novembre con l’Interlaghi a Lecco e saranno affiancati dal prestigioso marchio automobilistico Land Rover che, da sempre espressione del " ben vivere il tempo libero" con eleganza e stile, si è, infatti, legato alle attività del monotipo più diffuso a livello mondiale e ClasseJ24 Italiana, entrando in questo fantastico mondo di vela e di libertà. Una grande soddisfazione per tutti gli appassionati di questa attiva Classe che vedono premiato l’impegno e la serietà di una Associazione in costante crescita. J24 è un Monotipo con una vasta distribuzione in tutto il mondo: in Italia è la flotta più numerosa fra i Monotipi grazie anche ai suoi contenuti costi di acquisto e di gestione.



TAG: , , , , , ventina, splendide, Rotondo, Congianus, disputare, grande, organizzato, Rotondo, collaborazione, Associazione, Nazionale, Classe,