05/09/2015

Concluso il J24 World Championship 2015


Il titolo agli inglesi de Il Riccio. Decimo e primo degli azzurri è La Superba.

Boltenhagen (Germania). Ian Southworth e il suo equipaggio (GBR 5219 il Riccio), in testa sin dalla seconda giornata, hanno conquistato la vittoria finale (2,10,1,2,1,3,3,52,1,1 i parziali e 24 punti) e il titolo di campioni del mondo 2015 della Classe J24 anticipando sul podio gli americani Mike Ingham con Usa 5443 Nautalytics (5,28,3,1,4,1,1,7,10,8 e 40 punti) e Travis Odenbach con Usa 5432 Dr.Feelgood (20,5,4,9,5,14,5,2,9,12 e 65 punti). Dopo le dieci regate disputate da oltre cinquanta equipaggi (provenienti da Argentina, Barbados, Francia, Giappone, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Italia, Olanda, Perù, Svezia, Ungheria e Usa), si è, infatti, concluso il J24 World Championship 2015 ben organizzato nelle acque tedesche di Boltenhagen (mar Baltico) dal Norddeutscher Regattaverein, uno dei più antichi Yacht Club tedeschi. Per i quattro portacolori azzurri, il Mondiale, iniziato nei migliori dei modi (dopo le prime due regate La Superba e Jamaica erano terzi ex aequo e il giorno seguente Jamaica era passato in seconda posizione) si è poi concluso con il decimo posto (e una vittoria di giornata) di Ita 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare detentore del titolo tricolore 2015 (con Ignazio Bonanno al timone, il tailer Simone Scontrino, il due Francesco Picaro, il prodiere Alfredo Branciforte e il centrale/tattico Luigi Ravioli, 9,6,15,26,15,15,25,1,31,13 i parziali e 125 i punti), il 22° di Ita 212 Jamaica armato e timonato dal Presidente della Classe italiana J24 Pietro Diamanti (in equipaggio con il fratello Giuseppe, Fabrizio Ginesi, Paolo Governato e Giuseppe Garofalo, CN Marina di Carrara, 8,7,11,11,40,26,24,52,13,38 i parziali e 178 i punti), il 45° di Ita 371 Joc armato e timonato dal Capo Flotta del Garda, il triestino Fabio Apollonio (in equipaggio con Lorenzo Marini, Alessia Bellotti, Tom Fusato e Fabio De Rossi, STV) (31,46,43,42,46,49,39,31,40,45 i parziali e 363 i punti) e il 47° di Ita 439 L’Emilio dell’A.S. Compagnia del Mare Molfetta (timonato da Francesco Mastropierro con Francesco Bozzetti, Dino Colella, Antonio Macina e Leonardo Cappelluti, Uisp e CV Molfetta, 43,52,36,41,35,52,46,30,52,41 e 376 punti). “E’ stato un Mondiale bellissimo” ha commentato il Presidente della Classe italiana J24, il carrarino Pietro Diamanti “Una grande opportunità e un’utilissima esperienza di confrontarci con altri equipaggi molto competitivi e con differenti modi di regolare e portare le barche. Purtroppo, dalla terza giornata, non abbiamo trovato le condizioni alle quali siamo abituati noi italiani… Nel nostro caso abbiamo pagato soprattutto il 40° posto di giornata e la bandiera nera. Voglio comunque ringraziare il Comitato Organizzatore, i nostri supporter Radiologia Interventistica Toscana e Gibellini Assicurazione, il mio equipaggio, gli altri tre portacolori azzurri e tutti coloro i quali hanno contribuito a rendere così interessante questo Mondiale 2015.”


Documenti correlati (1)

 Classifica Finale J24 World Championship 2015 -Boltenhagen

Immagini correlate (6)


Letto 6 Volte dal 05/09/2015



POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE....

  • 18/05/2015
    Seconda Tappa del Campionato Zonale J24
    • Nello specchio di lago di Gravedona si è svolta il 16 e 17 di maggio la seconda tappa del campionato estivo della classe J24 .

      Splendida , il J24 condotto egregiamente da Pierluigi Puthod ,con l'equipaggio composto da Alberto Benedetti , Pietro Kostner Gianluigi Rudoni ed Andrea Zamponi ,si aggiudicava cinque delle sei prove in programma ( 1.1.1.2.1.1.).
      Un week end quindi all'insegna di una bella Breva tesa e sostenuta ha permesso ai sei equipaggi iscritti di confrontarsi a colpi di virate in un susseguirsi alternato di posizionamenti che assegnava a Dejavu di Ruggero Spreafico un secondo posto sul podio ( 2.2.3.1.2.3 ) ed a Kong di Stefanoni Marco ( 3.3.2.3.4.2 ) -

      Grazie all'ospitalità del Circolo Aval di Gravedona nella serata di sabato sera i regatanti hanno potuto cenare in allegria , tra giocondi racconti di decantate strategie di regata ed ingigantite manovre al limite dell'impossibile .

      Appuntamento alla prossima tappa prevista per il 13 e 14 giugno a Bellano confidando sempre in una partecipazione più numerosa .
      Salute a tutti !

      Ruggero Spreafico


  • 20/08/2014
    Campionato Europeo 2014: il titolo ai tedeschi di Henk
    • ANGELHOLM: Undicesimo posto per i campioni italiani del “Mollicona” al Campionato europeo di vela della classe J 24 nelle acque di Angelholm, nel sud ovest della Svezia.
      Un solo punto ha diviso l’equipaggio dell’armatore Vincenzo Mercuri del Circolo Vela Tivano di Valmadrera dal decimo posto occupato dai tedeschi di “United 5”.
      A bordo di “Mollicona” c’erano inoltre il giovane timoniere Giacomo Del Nero e Massimiliano Biagini (già in equipaggio all’italiano di Valmadrera), Fabrizio Ginesi e Susanna Del Nero, tutti portacolori del Circolo Nautico Marina di Carrara.
      Undici le prove portate a termine nelle quali il “Mollicona” non è più sceso sotto il ventesimo con cui ha aperto la serie di regate: 20 scartato, 18, 10, 11, 15, 18, 3, 7, 14, 8, 11. Quattro giornate di regata molto impegnative quelle svedesi con vento sostenuto ed un’onda anomala per le condizioni di routine della Svezia tra tuoni e pioggia.

      Nella prima, con oltre 30 nodi, c’è stato il diciassettesimo posto per il “Mollicona” al termine delle tre prove. Quattro invece sono state portate a termine nella successiva, ancora di forte vento ma senza pioggia, e proprio in chiusura è arrivato il terzo posto che ha permesso all’equi paggio di risalire al dodicesimo posto dell’Europeo.

      Nelle ultime due giornate sono state concluse due prove al giorno con vento sostenuto e sole.
      Ottimo dunque il dodicesimo posto finale per il team dell’armatore Mercuri che ha pagato un po’ il poco allenamento fatto su “Mollicona” che ha sempre fatto ottime partenze e nel terzo giorno è stato il più veloce nella flotta dei trentacinque ma è servito a capire dove serve migliorare in vista della prossima stagione.
      L’Europeo della classe J24 è stato dominato dagli americani di “Usa 5443” del timoniere Mike Ingham mentre l’Europeo ha visto un podio tutto tedesco con il titolo che è andato ad “Henk” di Frank Schon feldt davanti a “Vitesse” di Manfred Konig e “Uk Gischt & Glut” di Peer Kock.
      “Mollicona”, unico J 24 a difendere i colori italiani, si è piazzato, come già detto, dodicesimo assoluto, scalando un posto quindi nella classifica continentale.


  • 06/02/2014
    Conclusa la prima tappa del Circuito Nazionale J24
    • Monaco. Si è conclusa con un sesto posto assoluto di Ita 212 Jamaica (CNMC, 51 punti; 9,7,3,11,6,9,7,10 i parziali) e un tredicesimo (ma con un primo nella regata d’apertura) di Ita 481 Coccoè (CNMC, 84 punti; 1,ocs,9,9,10,11,dnf,dnf), la trasferta dei due J24 italiani scesi nelle acque di Montecarlo per disputare la XXX Primo Cup-Trophée Credit Suisse, prestigioso appuntamento perfettamente organizzato dallo Yacht Club Montecarlo (www.ycm.org) sotto la presidenza di SAS il Principe Alberto II e valido come prima tappa del Circuito Nazionale 2014 della Classe Italiana J24 articolato su sette manches.
      A bordo di Jamaica sono stati impegnati il Capo Flotta carrarino Pietro Diamanti (armatore e timoniere), Fabrizio Ginesi, Giuseppe Garofalo, Enrico Alfarano e Nicola Bocci mentre su Coccoé l’equipaggio era composto dall’armatore Riccardo Pacini, Giuseppe Diamanti, Corrado Santilli e Roberto Canali, tutti portacolori del Club Nautico Marina di Carrara. “Sono stati tre giorni intensi di regata durante i quali abbiamo corso otto prove confrontandoci con avversari di altissimo livello.” ha spiegato il carrarino Pietro Diamanti “In mare avevamo il primo, il secondo e il quarto classificato agli Europei 2013 che si sono tenuti in queste stesse acque in ottobre.” “Per noi di Coccoè la Primo Cup era iniziata nel migliore dei modi con un primo” ha aggiunto Riccardo Pacini “Purtroppo si è poi conclusa nell'ultima giornata con la rottura del Genoa nella prima bolina della penultima regata e il conseguente nostro ritiro.”
      Condizioni variabili hanno caratterizzato le otto prove disputate nei tre giorni della kermesse monegasca che, come da tradizione, ha segnato l’apertura ufficiale della stagione agonistica di molte Classi fra le quali quella dei J24 che ancora una volta si sono confermati il Monotipo più numeroso in acqua: ben ventuno equipaggi in rappresentanza di otto Nazioni (Germania, Grecia, Inghilterra, Italia, Olanda, Principato di Monaco, Stati Uniti e Svezia) e un podio internazionale hanno, infatti, confermato e rispecchiato l’importanza, la popolarità e la diffusione della Flotta J24.
      La vittoria finale è andata a Gre 5239 Evniki con il quattro volte campione europeo J24 Dimitrios Altisiadis: l’equipaggio greco si è imposto grazie ai parziali molto regolari e alla vittoria nella quinta regata (18 punti, 4,3,6,31,2,3,2). Al secondo posto, dopo un duello molto combattuto e ben tre vittorie di giornata, il team inglese di GBR 5219 Il Riccio con Jan Southworth (20 punti, 6,1,1,1,7,4,2,5 i parziali) che ha preceduto l’equipaggio di casa Mon 55 St Andrews Securities (con Ian Ilsley e François Brenac) che nella prima giornata ha dovuto risolvere alcuni problemi tecnici fra i quali la rottura del tangone. Da segnalare anche la presenza delle due squadre della Manhattan Yacht Club con il loro Commodore Michael Fortenbaugh che ha regatato con Mathieu e Nicolas Bouchet, due giovani della Divisione Sport dello YCM che solitamente corrono su 470s e Laser.
      La Giuria in questo primo fine settimana ha impegnato Patrice Clerc, Marco Scimarosti, Helmut Czani (Eurosaf), Neven Baran e Philippe Gomez. Nel corso della premiazione, ai primi tre classificati di ogni Classe sono stati consegnati il Trophée Credit Suisse e alcuni capi della gamma SLAM Advanced Technology Sportswear. Molto graditi da tutti i partecipanti e dai loro accompagnatori anche gli eventi collaterali, il sorteggio fra tutti i concorrenti presenti alla cerimonia conclusiva dei lingotti d'oro e la presenza dell'attore Ezio Greggio, circondato dai membri del comitato direttivo dello Yacht Club.


  • 04/12/2013
    Cena di Classe - Ruggero Spreafico Nuovo Capoflotta
    • Ciao a tutti,
      si è concluso il campionato Estivo e Zonale 2013 per la nostra Classe J24 Lario e come ogni fine stagione la Cena di Classe ci ha visto di nuovo insieme per festeggiare e per premiare i Primi Classificati ed assegnare il Trofeo del Lario.


      La stagione si è conclusa con 32 prove, un bel campionato, sette Circoli hanno messo a nostra disposizione le loro strutture e ancora una volta siamo stati protagonisti su tutto il Lario.


      All' l'Interlaghi, la nostra ultima tappa, con 18 imbarcazioni siamo stati la Flotta più numerosa come del resto è successo anche negli anni precedenti, dal 2006 ad oggi abbiamo avuto una media di circa 18/19 imbarcazioni iscritte, circa 570 atleti.



      I primi tre classificati del Campionato Estivo 2013 sono:

      al terzo posto Kong Easynet Grifone di Marco Stefanoni;
      al secondo Belfagor di Giuseppe Perego;
      al primo Dejavu di Ruggero Spreafico.

      La premiazione ha visto però protagonisti i "numeri tre" delle barche vincenti, una premiazione tutta al femminile, per sottolineare la giornata della non violenza sulle donne del 25 novembre.

      Terza classificata Giusi Riva, seconda Marinella Vassena e prima Cristina Scurati.

      I premi sono stati voluti e consegnati dal Capoflotta Giuseppe Perego che ha ringraziato tutti gli Armatori e gli Atleti per la collaborazione ottenuta, ha inoltre manifestato di voler passare la mano ad un nuovo Capoflotta:

      “ ritengo che ci siano dei cicli per le persone al comando delle Classi Veliche, il mio come Capoflotta ha raggiunto il suo limite, ho lavorato questi anni per il bene di tutti gli Armatori, mi sono prefissato dei traguardi che sono stati raggiunti, mi ritengo soddisfatto. Ora servono nuovi stimoli ed è giusto che ci sia un nuovo Capoflotta a rappresentare il Lario con nuove idee e nuovi obbiettivi. Manifesto però la mia volontà di restare nella Flotta e di contribuire e collaborare per le scelte future”.

      A fine serata è stato eletto il Nuovo Capoflotta: Ruggero Spreafico del Circolo Velico Tivano, la carica sarà esecutiva dal primo gennaio prossimo; da parte mia e di tutta la Flotta un augurio di buon lavoro.


      Grazie a tutti e Buon Natale!!!!
      Giuseppe Perego.





  • 12/09/2013
    Concluso il Campionato Europeo Open Classe J24
    • Montecarlo – Principato di Monaco. Grazie ai parziali regolarissimi (sempre nelle prime sei posizioni della classifica, pur senza aver mai vinto una prova) Ian Southworth, già tre volte campione europeo e terzo al recente Mondiale in Irlanda, si è aggiudicato il suo quarto titolo con Chris MacLaughlin su Gbr 219 Il Riccio (Royal Corinthian Cowes, 23 punti, 2,3,21,6,2,2,4,4 i parziali).
      Argento per i padroni di casa di Mon 55 St Andrews Securities (con Ian Ilsley al timone e François Brenac alla tattica, 51 punti, 9,14,2,2,6,9,13,10 i parziali) e bronzo per i campioni uscenti di Ita 416 La Superba (66 punti, 28,16,4,1,17,7,6,16 i parziali), il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare che vede impegnati a bordo i marsalesi Ignazio Bonanno (timoniere), Simone Scontrino (tailer) e Francesco Linares (due), il ragusano Alfredo Branciforte (prodiere) e lo spezzino Massimo Gherarducci (centrale), perfettamenti coordinati dal Capo Responsabile Altura M.M. Procolo Pisano.
      “E’ stato sicuramente un Europeo impegnativo e difficle, anche per l’elevato numero di J24 in acqua e per il livello degli avversari, ma siamo molto soddisfatti del nostro risultato finale.” Ha commentato il timoniere Ignazio Bonanno a nome di tutto l’equipaggio “E’ stato un campionato in salita, abbiamo fatto una bella rimonta. E’ stata una salita ripida per il podio. Ma alla fine ci siamo riusciti e ne siamo contenti.”

      Al secondo posto della classifica overall, invece, si è classificato il fuoriclasse brasiliano Mauricio Santacruz (argento anche al mondiale 2013, a due punti dal primo) alla barra di Bra 37 Bruschetta (49 punti, 3,23,10,5,1,4,6,20 i parziali).

      Otto le regate disputate nelle quattro giornate di gara caratterizzate da condizioni di vento di sud-ovest (da 5 a 30 nodi) e un vero record di presenze: ben sessantasette gli equipaggi in rappresentanza di undici nazioni scesi nelle splendide acque monegasche per il Campionato Europeo Open J24 che lo Yacht Club de Monaco ha organizzato per la seconda volta, vent’anni dopo la prima edizione, con il prezioso aiuto di Stuart Jardine, vera leggenda della vela inglese e della classe J24.

      Le vittorie di giornata sono state firmate nell’ordine dai tedeschi di GER 3117 VK Sailmaker Gorike Gmbtt con Peer Kock, dai carrarini di Ita 202 Tally Ho armato da Alfredo Manfredini (CNM Carrara) e timonato da Roberta Fanfo, dai greci di GRE 5239 Evniki di Dimitris Altsiadis (protagonisti anche nella prova conclusiva), da Ita 416 La Superba, da Bra 37 Bruschetta, da ITA 405 Vigne Surrau di Aurelio Bini (CN Arzachena), e dai carrarini di ITA 262 Giuseppe Verdi (Club Nautico Marina di Carrara) con Angelo Creponi.

      “E’ stato un campionato tattico e fisicamente impegnativo per tutti gli equipaggi che hanno dovuto far fronte a condizioni diverse, complicate dalla corrente” ha commentato Isabelle Andrieux, responsabile dell’Ufficio stampa dello YCM “Di fronte ad una flotta compatta, è stato difficile evitarsi ai giri di boa o sulla linea di partenza per trovare vento fresco, lottando per tutta la gara per un posto in classifica. Il minimo errore veniva pagato caro come è successo al campione nord americano Michael Ingham con Usa 5443 Julia, sul podio dopo il secondo giorno ma alla fine 17° per colpa di una partenza anticipata nella regata conclusiva. Un altro favorito, il greco Dimitris Altsiadis con GRE 5239 Evniki (vincitore della Primo Cup 2013) pur avendo vinto due prove, ha chiuso il campionato quinto overall, quarto dell’Europeo.” Il Comitato di Regata è presieduto dall'International Race Officer John Coveney (coadiuvato dal National Race Officer Thierry Leret - Deputy Race Officer- e dal National Race Officer Philippe Enel - Assistant Race Office) mentre la giuria internazionale è presieduta dal tedesco Willii Gohl (coadiuvato dall’olandese Margriet Pannevis -International Jury-, dal francese Paul Bastard -International Jury-, dall’italiano Luciano Giacomi -International Jury-, dal croato Denis Vucas -National Jury, Eurosaf e da Robeena Evensen Jury Secretary). Presenti al Campionato anche Stuart Jardine, Chief Measurer & IJCA representative, Mary Ann Jardine, Marianne Schoke, Gabor Csernussi e Marc Broquaire. I colori azzurri al Campionato che ha assegnato il titolo europeo 2013 dell’intramontabile Monotipo, fra i più diffusi e apprezzati al Mondo, sono stati ben difesi da venti equipaggi provenenti da tutte le Flotte: oltre a La Superba in regata anche 405 Vigne Surrau di Aurelio Bini (CN Arzachena 5° a 84 punti 20,19,19,10,12,1,3,34), Ita 503 Kong Easynet Grifone di Marco Stefanoni (LNI Mandello) con il campione del mondo J24 Andrea Casale (7° a 97 punti con 6,26,14,27,4,33,12,8), ITA 212 Jamaica armato e timonato dal carrarino e Capo Flotta del Golfo dei Poeti Pietro Diamanti (CNM Carrara) in equipaggio con Gianluca Caridi, Fabrizio Ginesi, Giuseppe Garofalo e Paolo Governato (terzi dopo due giornate di campionato ma poi scivolati a causa di una serie di problemi al 10° posto con 111 punti e 11,8,6,8,56,61,17,5), Ita 460 Botta Dritta del Presidente della Classe Italana Mariolino di Fraia (LNI La Maddalena, 12° posto con 122 punti e 30,12,23,41,21,5,2,29), Ita 470 Djike Fiamme Azzurre, il J24 della Polizia Penitenziaria affidato a Fabio Delicati (19° osto con 163 punti e 27,37,20,dsq,43,6,15,15), Ita 497 Boomerang con Angelo Usai (CN Olbia, 20° posto con 169 punti e 5,40,11,19,24,dsq,dnf,2), Tally Ho (21° posto con 173 punti e 42,1,25,35,2117,47,32), Ita 489 Valahalla di Fabio de Rossi (Circolo Vela Brenzone, 22° posto con 183 punti e 12,2,bfd,53,22,12,dsq,14), Ita 318 Nord Est Costruzioni con Antonio Chessa (CN Arzachena 25° posto con 187 punti e 38,24,16,4,54,21,58,30), Ita 262 Giuseppe Verdi di Angelo Crepoli (CNM Carrara 26° posto, con 190 punti e bfd,28,24,32,41,45,1,19), Ita 451 Ottobre Rosso armato da Nicola Giovannini e timonato da Lorenzo Carloia (Club Velico Castiglionese 30° posto con 214 punti e 19,11,bfd, 15,33,48,dsq,68,20), Ita 400 Capitan Nemo del Vice Presidente della Classe Italiana e Capo Flotta dela Romagna Guido Guadagni (CV Ravennate 33° posto a 233 punti con 41,33,38,33,58,24,19,45), Ita 476 Dejavu di Ruggero Spreafico (CV Tivano 38° posto a 247 punti con 21,48,18,58,48,51,16,44), Ita, Ita 487 American Passage del Capo Flotta di Roma Paolo Rinaldi (LN Anzio 40° posto a 267 punti con 34,34,29,61,32,57,54,27), Ita 485 Belfagor del Capo Flotta del Lario Giuseppe Perego (CV Tivano 42° posto con 274 punti e bfd,41,40,30,39,59,29,36), Ita 371 Joc con Fabio Apollonio (S.Triestina Della Vela 51° posto con 305 punti e 54,39,42,54,51,42,49,28), Ita 274 L'Armadillo di Pierluigi Pibi (CN Oristano 56° posto con 318 punti e bfd,dpi, 57,29,59,23,41,41), Ita 505 Kimbe di Alberto Gai (Windsurfing Vela Club 57° posto con 324 punti e bfd,38,dsq,36,11,55,dpi,56), e Ita 382 Dangerous con Mauro Martelli (Circolo Velico Ravennate 61 posto con 360 punti e 40,55,51,48,62,dpi,57,47).

      A Lorenzo Carloia, timoniere di Ottobre Rosso, la vittoria nella classifica riservata i timonieri più giovani (anno 1987).
      Per ulteriori informazioni: www.ycm.org o www.j24ycm.org

      Archiviato l’Europeo, il Circuito Nazionale 2013 e il Trofeo J24, proseguirannocon la tradizionale tappa organizzata dal Circolo Nautico Cervia (dal 19 al 20 ottobre) e dal 1° al 4 novembre con l’Interlaghi a Lecco, appuntamenti che saranno affiancati dal prestigioso marchio automobilistico Land Rover che, da sempre espressione del " ben vivere il tempo libero" con eleganza e stile, si è, infatti, legato alle attività del monotipo più diffuso a livello mondiale e ClasseJ24 Italiana, entrando in questo fantastico mondo di vela e di libertà. Una grande soddisfazione per tutti gli appassionati di questa attiva Classe che vedono premiato l’impegno e la serietà di una Associazione in costante crescita. J24 è un Monotipo con una vasta distribuzione in tutto il mondo: in Italia è la flotta più numerosa fra i Monotipi grazie anche ai suoi contenuti costi di acquisto e di gestione.


  • 30/08/2013
    International J24 Class World Championship 2013
    • Howth, County Dublin (Ireland): La giornata conclusiva dell’International J24 Class Association World Championship 2013, intensa e combattuta, e le ultime due regate disputate sono state determinanti per l’assegnazione del titolo iridato 2013: dopo un continuo cambio al vertice delle classifiche stilate al termine delle cinque giornate di gara (rispettivamente l’americano Keith Whittemore con Usa 5399 Furio, il campione del mondo Mauricio Santa Cruz con Bra 37 Bruschetta, e il campione nord americano Travis Odenbach con Usa 5432 Honey Badger) è stato l’americano Tim Healy (già vincitore nel 2010) con il suo equipaggio di Newport, Rhode Island, a bordo di Usa 5235 Helly Hansen (14,5,1,5,2,1,-24,1,4,5 i parziali e 38 i punti) ad aggiudicarsi la vittoria finale e l’ambito titolo.

      Argento per il campione uscente Mauricio Santa Cruz (42 punti, 3,3,4,2,3,7,-18-,8,9,3,6 i parziali) e bronzo per Travis Odenbach (44 punti, 13,1,3,7,6,3,1,2,-20-,8).

      I protagonisti delle ultime due regate disputate, rispettivamente il leader britannico Ian Southworth con Gbr 5219 Il Riccio (4,7,-41-3,1,2,26,3,1,6 e 53 punti) e i tedeschi di Rotoman del Blankeneser Segel-Club con Tobias Feuerherd (6,-17-7,14,5,5,13,5,-41,1 e 73 punti), hanno chiuso rispettivamente al quarto e quinto posto. Seguono Usa 5399 Furio con Keith Whittemore (77 punti, 2,2,41bfd,10,4,17,15,18,7,2) e Gbr 4247 Serco con Bob Turner (20,20,2,1,9,4,14,21,2,11 e 83 punti).

      Per l’equipaggio italiano di Ita 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare, timonato da Ignazio Bonanno con Simone Scontrino, Francesco Linares, Massimo Gherarducci, Alfredo Branciforte e il Capo Responsabile Altura della M.M. Procolo Pisano un ottavo posto assoluto (88 punti, 5,10,-21 asp 40-16,7,8,12,7,11,12 i parziali).

      “Howth è sicuramente una località molto bella, il campo di regata del Bmw 2013 World Championship è stato molto tattico, le condizioni non facili e i team incontrati agguerritissimi.” ha commentato il timoniere Bonanno “Il continuo alternarsi ai vertici della classifica generale e i sei vincitori di giornata hanno dimostrato ulteriormente quanto siano state combattute le prove, il livello e la determinazione degli equipaggi presenti e quanto il J24 si sia confermato ancora una volta divertente e di grande soddisfazione.”

      “Siamo soddisfatti di questa nostra trasferta irlandese e del nostro ottavo posto ottenuto lottando con i migliori al Mondo: rispetto allo scorso anno, siamo riusciti ad entrare nei primi dieci al Mondo!” ha proseguito Francesco Linares “Abbiamo regatato con tutte le condizioni di vento leggero: dai 5-6 nodi ai 25-26.”

      “Per la conduzione, per le alte velocità nelle andature e per la simpatia dell’equipaggio, ci sono stati fatti i complimenti da tutta la Flotta e questo non può che averci fatto piacere ma per la prossima edizione puntiamo al podio, sperando di essere assistiti dalla fortuna che prima o poi dovrà girare anche a nostro favore.” ha concluso il il Coach responsabile del gruppo vela altura della MM Pisano “Il nostro prossimo appuntamento internazionale è con il Campionato Europeo J24 che si svolgerà nelle acque monegasche di Monaco dal 5 al 12 ottobre (www.j24ycm.org) e La Superba dovrà difendere il titolotolo 2012.”

      Dieci le regate portate a termine regolarmente dal lunedì al venerdì (solo il secondo giorno si era concluso con un nulla di fatto a causa della completa assenza del vento) dai quaranta J24 scesi nelle acque irlandesi a nord di Howth (Dublino) in rappresentanza di Brasile, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Italia, Irlanda, Monaco, Olanda, Perù e Usa.

      L’International J24 Class Association World Championship 2013 è stato organizzato dallo Howth Yacht Club in collaborazione con l’Irish J24 Association e l’International J24 Class Association.

      Ulteriori informazioni su
      http://www.hyc.ie/J24WorldChampionship2013/default.asp?pname=home



TAG: , titolo, inglesi, Riccio, Decimo, primo, degli, azzurri, Superba, Boltenhagen, Germania, Southworth, equipaggio, Riccio, seconda, giornata, conquistato, vittoria, finale, parziali, titolo, campioni, Classe, anticipando, americani, Ingham, Nautalytics, Travis, Odenbach,